LOGO-VIRAJANGADA-horizontal

facebook

News

17/05/2018, 15:01

pianeta, clima, giovent



La-delegazione-italiana-partecipa-alla-Conferenza-europea-dei-giovani--“Prendiamoci-Cura-del-Pianeta”


 Una delegazione italiana, composta da sei alunni delle scuole medie e superiori, un’ insegnante, una ricercatrice e due educatori, condividerà a Lisbona dal 21 al 25 maggio 2018 alla 3° Conferenza europea “Prendiamoci Cura del Pianeta”.



Adottareun parco abbandonato vicino alla scuola, organizzare una raccolta di cellulariusati e di pile scariche, promuovere campagne di sensibilizzazione per ilrisparmio energetico nella scuola e sul territorio, migliorare la raccoltadifferenziata... Sono solo alcune delle azioni concrete che la delegazioneitaliana, composta da sei alunni delle scuole medie e superiori, un’insegnante, una ricercatrice e due educatori, condividerà a Lisbona dal 21 al25 maggio 2018 alla 3° Conferenza europea "Prendiamoci Cura del Pianeta".

LaConferenza, organizzata ogni tre anni, ospiterà 120 rappresentanti di 10 Paesi europei che hanno intrapreso a livellonazionale il percorso di educazione socio-ambientale e alla cittadinanzaglobale "Prendiamoci Cura del Pianeta".

Durantel’anno scolastico 2017-2018, in Italia hanno partecipato al progetto circa 1500studenti di 17 scuole appartenenti a 7 diverse regioni (TrentinoAlto-Adige, Lombardia, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia). Ilprogramma è stato coordinato dall’Associazione Viração&Jangada incollaborazione con l’Area della Ricerca del CNR di Bologna.

"Sitratta di un percorso di cittadinanza attiva e di analisi degli impatti ambientalinelle scuole che vede i ragazzi in prima linea, sostenuti da insegnanti egenitori", spiega il coordinatore nazionale e giornalista Paulo Lima.

L’educomunicatoreracconta che tra i mesi di febbraio e maggio gli studenti hanno organizzatodelle assemblee nelle loro scuole per condividere quanto imparato durante ilpercorso formativo, redigendo manifesti pubblicitari e discutendo le azioniconcrete da mettere in atto per ridurre il loro impatto e quello delle scuolesull’ambiente locale. Il 16 marzo scorso, inoltre, presso l’Area della Ricercadi Bologna del C.N.R, un’ottantina di studenti e insegnanti rappresentantidelle scuole italiane si sono riuniti con lo scopo di condividere le loroesperienze e redigere la cosiddetta Carta delle Responsabilità, undocumento politico che verrà consegnato ai sindaci dei Comuni coinvolti nelprogetto, nonché agli assessori all’ambiente e ai presidi.

LaCarta raccoglie le responsabilità e le azioni comuni delle scuole medie esuperiori di vari indirizzi: "Con questo documento vogliamo far capire che,nonostante la nostra giovane età, possiamo contribuire, nel nostro piccolo, aprenderci cura dell’ambiente. Abbiamo però bisogno dell’aiuto di tutti voi".

Eccoalcune delle azioni di micro politica condivise dai ragazzi per affrontare icambiamenti climatici nelle loro scuole e sui territori locali: 

  • Istituire campagne disensibilizzazione rivolte alla popolazione per incoraggiare la riduzione delconsumo soprattutto di carne rossa e prodotti contenenti olio di palma; 
  • Promuovere, nelle mensescolastiche, la divulgazione dei costi ambientali relativi al consumo massicciodi carne; 
  • Incoraggiare un’agricolturalibera da OGM (Organismi Geneticamente Modificati) prendendo come riferimento l’agricolturabiologica per evitare la diffusione dell’utilizzo di prodotti chimici; 
  • Utilizzare energie rinnovabiliper ridurre le emissioni di gas serra;- Aderire alla giornata "MiIllumino di Meno" promossa da Caterpillar/ Rai Radio2;
  • Creare campagne disensibilizzazione utilizzando anche i mass media e i social media. 
  • Adottare un parco nelle cittàe prendersene cura per aumentare le zone verdi;
  • Piantare alberi vicino allescuole e alle abitazioni nonché riciclare e riutilizzare la carta per combatterela deforestazione; 
  • Evitare di accendere fuochinelle aree verdi e aumentare la sorveglianza in queste zone; 
  • Evitare l’utilizzo dipesticidi chimici in agricoltura, favorendo come alternativa le coltivazionibiologiche e l’utilizzo di concimi naturali;
  • Eliminare le discaricheabusive che inquinano il terreno e le industrie produttrici di pesticidichimici;
  • Richiedere la bonifica dei terreni inquinati dai rifiuti alleamministrazioni locali.

Ilpercorso "Prendiamoci Cura del Pianeta" è stato lanciato a livellointernazionale nel 2008 su iniziativa del Ministero dell’Educazione brasiliano,che ha organizzato nel giugno 2010 la 1° Conferenza Internazionale dei Giovanisul tema "Responsabilità e Ambiente" a cui hanno partecipato 550 giovani di etàcompresa tra 12 e 15 anni, delegati di 47 paesi diversi. In Italia, l’iniziativaè partita nel 2009 con il coordinamento dell’Associazione Viração&Jangada edell’ associazione francese Monde Pluriel per quanto riguarda la tappa europea.
06/02/2018, 12:12



Trova-il-mondo-in-Trentino---Scatti-e-riflessioni-in-un-mondo-interconnesso


 Il progetto Trova il mondo in Trentino intende sensibilizzare e attivare il pensiero critico sul tema delle Interconnessioni attraverso la fotografia: rendere i giovani partecipi delle numerose interconnessioni presenti in questo mondo, acquistando s



Il progetto Trova il mondo in Trentino intende sensibilizzare e attivare il pensiero critico sul tema delle Interconnessioni attraverso la fotografia: rendere i giovani partecipi delle numerose interconnessioni presenti in questo mondo, acquistando sensibilità sul tema della globalizzazione non solo come fenomeno in atto ma anche come possibilità, stimolando il pensiero e l’azione ad aprirsi a nuovi orizzonti.Il progetto prende avvio con un momento aperto a tutta la cittadinanza: due mostre fotografiche che con la loro forza ed il loro impatto raccontano alcuni temi cari al progetto: le interconnessioni ambientali e le interconnessioni sociali. Il cambiamento climatico ed il fenomeno della migrazione non sono argomenti nuovi, ma stanno acquistando dimensioni sempre più importanti. Saranno commentati da due esperti che ci aiuteranno ad orientarci con un approccio visionario e con dati aggiornati alla mano.

INAUGURAZIONE: Mercoledì 7 Febbraio ore 18:00DOVE: Presso il Consiglio Provinciale - via Manci 27 a Trento

INTERVENTI: 
Paulo Lima - Noi e il Clima che Cambia               
Gabriel Echeverria - Il viaggio dei migranti

MODERATORE: Michela Grazzi, Radio Trentino in BluSeguiranno visite guidate alle mostre a cura di Alberto Prina, direttore del Festival della Fotografia Etica.Le mostre saranno aperte dal 7 al 24 Febbraio 2018

ORARIO: Lunedì - Venerdì: 8.30 - 19.00 + Sabato: 9.00 - 12.00

Visite guidate alle mostre: sabato mattina su prenotazione: info@gtvonline.org 

Il costo umano dei pesticidi di Ernesto Pablo Piovano

Questo reportage porta alla luce gli effetti dell’uso delle colture geneticamente modificate e il conseguente impiego indiscriminato di diserbanti, il cui devastante impatto colpisce le fasce più vulnerabili della popolazione.

Nel 1996 il governo argentino approvò in soli tre mesi grazie ad una procedura amministrativa la coltivazione di soia transgenica e l’impiego dell’erbicida glifosato su coltivazioni geneticamente modificate resistenti al diserbante. Da allora l’Argentina è diventata terra di sperimentazione per le multinazionali dell’agribusiness, divenendo uno dei maggiori produttori di soia transgenica. L’Argentina ha approvato l’impiego di OGM senza condurre indagini interne e basandosi, come unica evidenza scientifica, sulle ricerche pubblicate dall’azienda Monsanto. Oggi gli ettari coltivati ad OGM in Argentina coprono una superficie di 28 milioni di ettari.
Studi medico-scientifici hanno fatto emergere il lato oscuro dell’uso incontrollato di pesticidi, rivelando un’emergenza sanitaria che ora colpisce 12 milioni di persone, un terzo della popolazione del paese.

Il lavoro di Pablo Piovano ha lo scopo di rappresentare essere umani inermi di fronte a questa tragedia di incredibili proporzioni, bambini, così come adulti, che soffrono di rare malformazioni dalla nascita, malattie della pelle e problemi respiratori a causa dell’indiscriminato ed incontrollato uso di pesticidi. 

From there to here di Giulio Piscitelli

L’immigrazione verso l’Europa da parte di persone provenienti da diversi angoli del mondo è un fenomeno che è andato intensificandosi sempre di più nel corso degli ultimi 30 anni soprattutto a causa dei recenti sconvolgimenti politici e sociali del Medio Oriente e dell’Africa sub-sahariana."From there to here" è una testimonianzadi questo periodo storico, un archivio visivo che si sforza di raccontare, ma il cui obiettivo è soprattutto di ricordare i fatti riguardanti la gestione dei flussi migratori, cercando di spiegare attraverso il mezzo visivo della fotografia le difficoltà e i rischi che migliaia di esseri umani devono affrontare per arrivare - e vivere - in Europa. Un lavoro che mira a creare consapevolezza in coloro che governano e quelli che fruiscono di questa opera di documentazione, spingendo per un adeguamento delle politiche che regolano l’accesso e la permanenza in Europa; politiche che dovrebbero creare canali umanitari sicuri per chi fugge dai conflitti, repressione e povertà; politiche che dovrebbero consentire l’accesso ad una vita normale e dignitosa per coloro che arrivano nei nostri paesi. 


Enti promotori: Gruppo Trentino di Volontariato ’ Trentino con Balcani ’ Consorzio Associazioni Mozambico ’ Viracao & Jangada ’ Centro per la Cooperazione Internazionale ’ Forum Trentino per la Pace ’ Festival della Fotografia EticaMediaPartner: Radio Trentino in Blu ’ Il DolomitiCon il contributo di: Provincia Autonoma di Trento - Servizio Attività Internazionali

Con il patrocinio della: Presidenza del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento

29/09/2017, 13:00

volontariato, opportunit



Aperte-le-iscrizioni-per-Cittadini-planetari:-volontariato-locale-e-internazionale!


 Il percorso formativo inizierà sabato 7 ottobre per chiudersi sabato 16 dicembre (7 incontri totali) ed ha come obiettivo quello di accrescere la consapevolezza su alcune tematiche chiave.



Ti senti cittadino/a del mondo? Vuoi fare la tua parte e donare il tuo tempo? Sei nel posto giusto! Sono aperte le iscrizioni per il corso di formazione "Cittadini planetari: volontariato locale e internazionale", che si chiuderanno il 3 ottobre

Il corso inizierà sabato 7 ottobre per chiudersi sabato 16 dicembre (7 incontri totali) ed ha come obiettivo quello di accrescere la consapevolezza su alcune tematiche chiavi quali: il cambiamento climatico, la cooperazione internazionale, l’educazione alla cittadinanza globale, il volontariato internazionale e gli stili di vita sostenibili.

Il gruppo verrà accompagnato da 7 associazioni del territorio che si occupano di solidarietà internazionale da anni e hanno una comprovata esperienza sul campo.
Ma non è tutto! Se la formazione non ti basta e senti il bisogno di fare pratica sul campo hai la possibilità di svolgere 30 ore di volontariato presso una delle realtà coinvolte, inserendoti in un progetto specifico.
Il costo di iscrizione è di 50€.

Il progetto è realizzato grazie al sostegno finanziario di "SVOLTA - Sviluppo Volontariato Trentino Attivo" e del "Forum Trentino per la Pace e per i Diritti Umani" e grazie alla collaborazione del CCI - Centro per la Cooperazione Internazionale, che ci offre i suoi meravigliosi spazi in Vicolo San Marco 8 per lo svolgimento delle lezioni.

L’associazione di riferimento è CAM - Consorzio Associazioni Mozambico, in collaborazione con ACCRI, InCo, IPSIA, MLAL Trentino Onlus, NADIR onlus e noi di Viração&Jangada. Si tratta di un percorso aperto a tutti i curiosi, di qualsiasi età, pensato anche per i giovani che stanno considerando se lavorare o fare volontariato in questo settore così delicato ed affascinante.

Per maggiori informazioni ed iscrizionicorso.cittadiniplanetari@gmail.com - 0461 232401 o 335 7552700



12455

Le ultime News inserite

La delegazione italiana partecipa alla Conferenza europea dei giovani “Prendiamoci Cura del Pianeta”

17/05/2018, 15:01

La-delegazione-italiana-partecipa-alla-Conferenza-europea-dei-giovani--“Prendiamoci-Cura-del-Pianeta”

Una delegazione italiana, composta da sei alunni delle scuole medie e superiori, un’ insegnante, una ricercatrice e due educatori, condividerà a Lisbona dal 21 al 25 maggio 2018 alla 3° Conferenza europea “Prendiamoci Cura del Pianeta”.

Trova il mondo in Trentino - Scatti e riflessioni in un mondo interconnesso

06/02/2018, 12:12

Trova-il-mondo-in-Trentino---Scatti-e-riflessioni-in-un-mondo-interconnesso

Il progetto Trova il mondo in Trentino intende sensibilizzare e attivare il pensiero critico sul tema delle Interconnessioni attraverso la fotografia: rendere i giovani partecipi delle numerose interconnessioni presenti in questo mondo, acquistando s

Aperte le iscrizioni per Cittadini planetari: volontariato locale e internazionale!

29/09/2017, 13:00

Aperte-le-iscrizioni-per-Cittadini-planetari:-volontariato-locale-e-internazionale!

Il percorso formativo inizierà sabato 7 ottobre per chiudersi sabato 16 dicembre (7 incontri totali) ed ha come obiettivo quello di accrescere la consapevolezza su alcune tematiche chiave.

Iscriviti alla newsletter

Resta in contatto con noi per rimanere sempre aggiornato sui nostri progetti

LOGO-VIRAJANGADA-horizontal



Sede legale
Denno, TN

Via Roma 25
3481936763


Per ulteriori informazioni, contattaci:

 

Sede operativa
Trento, TN

Via La Clarina 36
0461 1487439

 

Operiamo a livello regionale, nazionale e internazionale cooperando con diverse realtà per sviluppare e diffondere il nostro modello educativo partecipato.


facebook

VIRACAOEJANGADA @ ALL RIGHT RESERVED 2017

INFO COOKIE POLICY | CREATED BY FLAZIO EXPERIENCE

Create a website